Battuta d’arresto per il Lecce

padalino poggibonsi
Reading Time: < 1 minute

Giornata finalmente favorevole ai rossoneri che grazie alla vittoria sul Messina ed alla contemporanea battuta d’arresto di Juve Stabia e Lecce si possono godere il primo posto in classifica, almeno fino a martedì, giorno nel quale il Matera sarà atteso dall’esame Catania. Per quanto riguarda la gara di Siracusa, persa dalle vespe per 3-2, nonostante il doppio vantaggio iniziale, a finire sulla graticola è stato mister Fontana, reo di aver tenuto fuori Izzillo ed aver mandato in campo Ripa solo a pochi minuti dal termine dell’incontro. Sembra anche che i nuovi acquisti siano schierati in campo nonostante non siano perfettamente integrati negli schemi del tecnico. A Caserta è arrivata invece la battuta d’arresto per il Lecce di mister Padalino che ha perso nonostante i padroni di casa abbiamo giocato oltre metà gara in 10 per un’espulsione, anche dubbia. A nulla sono serviti gli assalti dei salentini che con 4 punte in campo non sono riusciti a riequilibrare le sorti dell’incontro ed hanno rischiato anche di subire un altro gol in contropiede.

Redazione Foggialandia.it

Lascia un commento
Subscribe
Notifica di

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

3 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Ludovico
Ludovico
3 Anni fa

Giornata fantastica…i risultati si sono affilati come meglio non si poteva.
E credo che martedì possiamo vederne ancora delle belle….
E non abbiamo ancora schierato la miglior formazione…..
Anche se molti dei nostri oggi non hanno sciorinato la miglior prestazione, la volontà del collettivo ha scritto la storia.
Oggi ci godiamo un primato assolutamente meritato e cercato fino all’ultima goccia di sudore.
Grandissimi tutti.!!!!!

Ludovico
Ludovico
3 Anni fa

Sicuramente manca ancora una eternità…..ma queste sono le giornate che ti danno tanto tanto tanto morale……guai sedersi e pensare di aver fatto il compitino….

Cuore Rossonero
Cuore Rossonero
3 Anni fa

Non abbiamo fatto niente, manca ancora tanto.
Inseguire è molto più facile che mantenere la testa…adesso viene il bello e vedremo quanto siamo veramente maturi per questa posizione di classifica.
Gioire in questo momento è sbagliatissimo.
Dobbiamo avere la stessa testa che abbiamo avuto finora, guidati solo dalla volontà di inseguire.
E’ adesso che bisogna quadruplicare gli sforzi, moltiplicare le energie ed essere ancora più cinici.
Il Matera è un osso duro e non mi meraviglierei che vincesse a Catania.
quindi occhio …non è ancora tempo di pesare il raccolto.