Il ritorno dell’ex Stroppa. Pochi saluti ed indifferenza

Tempo di lettura: 1 minuto

I tifosi hanno accolto con indifferenza l’ex tecnico Giovanni Stroppa. Il gelo dello stadio Zaccheria nei confronti dell’allenatore della storica promozione in Serie B e della salvezza dell’ultima stagione. Al momento della lettura delle formazioni due squadre, dalla tribuna est è piovuto qualche fischio, ma da parte della tifoseria organizzata il silenzio è stato assoluto. Le due curve sono rimaste indifferenti, così come avevano chiaramente lasciato capire alla vigilia. Stroppa è l’allenatore che ha riscritto la storia del club e detiene tutti i record in panchina: dalle vittorie consecutive ai gol realizzati. Numeri vincenti conquistati nella stagione 2016-17, quando Agnelli e compagni sul campo conquistarono a suon di vittorie la promozione nel campionato cadetto. La scorsa estate il divorzio, nel momento più difficile della vicenda giudiziaria che ha coinvolto il club rossonero tra giugno e luglio. La separazione portò Stroppa a Crotone e il Foggia su Grassadonia, prima dell’esonero di dicembre che ha visto il ritorno di Pasquale Padalino.

Fonte – Gazzetta.it

Lascia un commento

5
Lascia un commento

Please Login to comment
5 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
4 Comment authors
maurizio67ValenciaFGMickyDome 12 Recent comment authors

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
nuovi vecchi più votati
Notifica di
Dome 12
Membro
Dome 12

Magari il problema fosse solo Agnelli.. e quei due li davanti ke fanno? è una pena vederli…, squadra senza testa e ne coda.. adesso senza Zambelli e Tonucci siamo proprio alla frutta…. mi dispiace dirlo ragazzi mi sa ke si è deciso di retrocedere.

Micky
Membro
Micky

Gli attaccanti è vero sono dei poverini come qualcuno ha scritto perché se facciamo questo gioco lento, orizzontale, rallentando tutto non appena arriviamo alla linea di centrocampo, é logico che saranno sempre avvolti da una caterva di difensori avversari. Quel che non capisco è perché ci ostiniamo a farlo. Io anche l’anno scorso con stroppa mi lamentavo del fatto che spesso arrivati a metà campo rallentavamo ed iniziavano palleggi sterili ravvicinati ed orizzontali. Ma da grassaD in poi qs situazione è divenuta patologica ed imbarazzante per noi che guardiamo le partite. Quel che resta quindi è lancio lungo fuori misura… Leggi altro »

ValenciaFG
Membro
ValenciaFG

Facciamo una cosa per il bene della squadra… visto che sparare sulla croce rossa oltre a essere facile è da vili… quelli che hanno voglia di sentirsi meglio distruggendo tutto e tutti con la tastiera, si provino di farlo…. poi se non a tutti stanno a cuore le sorti del nostro foggia, allora uccidete pure tutti. Voi credete che Agnelli stia bene? Voi credete che i Sannella siano contenti? Che si siano arricchiti con il foggia? Vi vorrei solo ricordare quello che ha dovuto passare la famiglia durante gli ultimi due anni a causa del foggia calcio! Voi credete che… Leggi altro »

maurizio67
Membro
maurizio67

Sbollita la rabbia, la delusione ed il freddo che ci siamo beccati ieri sera, ora Nember deve mettere in pratica tutti gli accorgimenti che ritiene opportuni per rendere la nostra squadra adeguata al campionato di serie B. Io ieri ho visto che ci manca un portiere normale, affidabile su tutti i palloni che dia sicurezza al reparto arretrato; 2 difensori di categoria per stazza e velocità; 1 centrocampista che possa dialogare con Greco. Liberiamoci dei calciatori che non ci servono e facciamo giocare i calciatori nei loro ruoli naturali….Chiaretti è stato chiarissimo ieri su questo argomento. Capisco il dispiacere, ma… Leggi altro »

Dome 12
Membro
Dome 12

La lotta senza soldati ke danno l’anima.. è persa, ma soprattutto senza una guida. noi tifosi dimostriamo ogni sabato il nostro cuore. io ad esempio mi faccio 200 km. ogni volta. in qualsiasi condizione e quando posso la seguo anke in trasferta, ma, nn si può vedere uno scandalo come ieri le partite si possono perdere vincere pareggiare.. ma si giocano prima di tutto con il Cuore. Quello ke kiediamono noi tifosi.