Top & Flop di Turris-Foggia

gol 600
Reading Time: 3 minutes

Ritrova vittoria e sorrisi il Foggia, corsaro al “Liguori” contro una Turris che gioca più di mezz’ora in inferiorità numerica. Si conclude 1-3 la sfida delle 20:30, che regala emozioni e colpi di scena fino al fischio finale.

Nel primo tempo è l’equilibrio a regnare. Dopo una prima occasione ad opera di Persano, che tira centrale un rigore in movimento, è la volta di Del Prete a rendersi pericoloso sugli sviluppi di un calcio d’angolo. La palla, schiacciata di testa dal centrale ex Catania, viene prontamente mandata in angolo dall’esordiente Lonoce. Dopo le prime schermaglie sono gli ospiti a passare in vantaggio. La rete di Alessio Curcio è un piccolo capolavoro: servito spalle alla porta da Vitale, riesce ad alzarsi la palla a mezz’altezza e a prodigarsi in una plastica rovesciata. Palla all’angolino sinistro, imprendibile per l’estremo difensore corallino. La gioia dei satanelli, però, dura poco, appena sei minuti. Al 29′ Loreto approfitta di una ribattuta corta di Fumagalli sugli sviluppi di un calcio d’angolo ed è reattivo a ribadire in rete. Nell’ultimo quarto d’ora, poi, è Giannone a salire in cattedra. Prima riesce ad impensierire Fumagalli con un mancino al volo, potente ma poco preciso, che viene disinnescato coi pugni dall’estremo difensore. Intorno alla fine del primo tempo, invece, sfiora la rete su una punizione dal limite.

La ripresa inizia con le squadre abbottonate, ma l’andazzo è destinato a cambiare velocemente. Al 57′, infatti, arriva l’episodio che cambia la gara: Lorenzini, già ammonito al 30′, viene ammonito una seconda volta per condotta fallosa reiterata su D’Andrea. A quel punto è assedio Foggia, che va vicino alla rete per due volte con il subentrato Baldé, poco freddo in entrambi i casi. La rete del secondo vantaggio degli ospiti arriva all’81’, quando Ferretti devìa sfortunatamente nella propria porta un buon cross dalla destra di Vitale. La Turris si riversa in attacco, ed in contropiede arriva la rete che chiude l’incontro. All’89’ è di nuovo Curcio a segnare, ben servito al centro dell’area da D’Andrea. A quel punto la gara è praticamente terminata e cinque minuti dopo entrambe le contendenti prendono la strada degli spogliatoi.

Ecco i Top & Flop della gara:

TOP:

Luca Giannone (Turris): Praticamente tutti i pericoli per Fumagalli passano da lui. Con il suo mancino innesca più volte Boiciuc e Persano, oggi entrambi appannati, ma è quando si mette in proprio che rende al meglio. Nel primo tempo impegna Fumagalli con un ottimo tiro al volo, mentre nella ripresa va vicino al colpo gobbo, due minuti dopo l’espulsione del compagno, obbligando l’estremo difensore dei satanelli agli straordinari. Spicca, come sempre, per personalità. PERICOLOSO

Alessio Curcio (Foggia): All’andata aveva fatto una doppietta, si ripete stasera in grande stile. Si inventa la rete del vantaggio con una rovesciata da cineteca e chiude la gara con una facile conclusione all’altezza del dischetto dell’area di rigore. In mezzo una marea di palloni toccati, puliti e smistati. Il centro nevralgico del Foggia di Marchionni è senza dubbio lui. LIDER MAXIMO

FLOP:

Filippo Lorenzini (Turris): La sua gara, in realtà, è positiva fino al 57′. Chiude bene la maggior parte delle volte che gli avanti del Foggia passano dalle sue parti, ma si fa espellere per un intervento stupido in una zona poco pericolosa del campo. Come se non bastasse era l’unico centrale di ruolo nello scacchiere di Caneo, e dopo la sua uscita dal campo i corallini si sfaldano. SCONSIDERATO

Ibou Baldé (Foggia): In una gara positiva per tutto il Foggia riesce a spiccare in negativo. Subentra al posto di Kalombo al 61′, con la partita in parità, e sciupa due occasioni per errori sia tecnici che di concentrazione. Se consideriamo che queste due occasioni arrivano in due minuti e per il resto della gara sparisce dal campo, la palma di peggiore in campo per i satanelli gli spetta di diritto. SPRECONE

Fonte – Tuttoc.com

Lascia un commento
Subscribe
Notifica di

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments