Contro il Catania riecco Embalo e Santaniello

Reading Time: < 1 minute

Fra due giorni la partita da dentro o fuori contro il Catania (venerdì stadio Zaccheria, ore 20.45). Proseguono gli allenamenti tra i rossoneri, gruppo concentrato sulla gara che può evitare il tracollo psicologico della zona retrocessione (+2 sul Monopoli quint’ultimo posto). Cudini dovrà fare a meno probabilmente di due importanti pedine: Carillo e Di Noia, usciti anzitempo dalla sfida con la Virtus Francavilla, quasi certamente salteranno l’impegno contro gli etnei. È un Foggia in emergenza e con le porte girevoli, in piena fase di mercato che chiude l’1 febbraio: il tecnico recupera Santaniello in attacco (fermato da un attacco febbrile contro la Virtus), riavrà anche Embalo e Marino che hanno scontato un turno di squalifica. I quattrorinforzi dal mercato rappresentano attualmente l’ancora di salvataggio dell’allenatore che ha chiesto una profonda rivisitazione dello spogliatoio: Perina tra i pali, Tascone a centrocampo, Santaniello e Millico in attacco contro il Catania saranno già alla terza partita nella fila rossonere (per Millico sarebbe la quarta dopo il debutto contro il Giugliano).

SCELTA FISSA. Giocatori più congeniali al modulo che il tecnico intende stabilizzare sul 4-3-3 come si è già visto a Francavilla Fontana. La scelta, a volte l’obbligo, per il Cudini ha dovuto modificare gli schieramenti del suo Foggia nelle prime diciassette gare di campionato (dal 4-3-3 frequenti le declinazioni sul 3-4-1-2 e moduli consimili), costituiscono uno dei temi maggiormente controversi sulle ragioni che hanno portato il Foggia dal secondo posto in condominio con altre due squadre dopo l’ottava giornata allo strapiombo attuale. (Walter Carbone)

Fonte – Corrieredellosport.it

Subscribe
Notifica di

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments