Salines: “Il Foggia non si accontenta”

Reading Time: 2 minutes

Il difensore-goleador non si nasconde «Stiamo vivendo un gran momento e c’è entusiasmo: non ci fermeremo». Già cinque gol messi a segno:«In tutti noi ora c’è ottimismo».

La classifica come una corsa a ostacoli, il Foggia sente aria di riscatto adesso che si trova più vicino alla zona playoff(-4) che alla quota playout (+7). E vuole provare a entrare prima possibile nel gruppone delle prime dieci. Parola di “bomber”: Emmanuele Salines, difensore-goleador con 5 reti (capocannoniere dei rossoneri al pari di Tonin), resta causo ma avverte. «Andiamo avanti di partita in partita – sottolinea – abbiamo fatto passi enormi in classifica, ma si può ancora migliorare. Restiamo calmi, non perdiamo la concentrazione. Con il Benevento non sarà facile, ma non partiamo battuti. Le partite bisogna giocarle».

OSTACOLO BENEVENTO. Al “Vigorito” (domani ore 20.45) la partita che può significare molto in chiave ripartenza: la formazione di Auteri, che ha regolato sette giorni fa a suon di gol il Sorrento, rappresenta l’ostacolo più alto per il resuscitato gruppo di Cudini che ha però già saltato l’asticella Crotone. «Vincere trasmette una carica enorme – afferma il 24enne alla sua seconda stagione in rossonero (la prima in D nella stagione 2019/20, ndr) – vogliamo continuare sulla stessa scia, continuare a fare punti e vediamo dove possiamo arrivare. La nostra squadra non molla mai e poi ci spinge un pubblico caldissimo. Non mi sorprende vedere tanta gente che ci spinge a fare sempre meglio, i campionati sono diversi l’uno dall’altro ma a Foggia c’è sempre lo stesso entusiasmo intorno alla squadra».

LA RIVELAZIONE. Salines è un po’ la rivelazione di stagione sebbene sia diventato da subito uno dei punti di forza del Foggia di Cudini presente e passato. Difensore versatile, è stato impiegato come marcatore di destra nella difesa a tre schierata contro i calabresi, passando poi al centro dopo l’infortunio di Carillo. Diviene anche “braccetto” di destra quando il Foggia si dispone nel 4-3-3, oppure di sinistra quando il caso lo richiede ma le sue caratteristiche lo hanno portato sulla linea dei centrocampisti nelle frequenti varianti di modulo, anche a partita in corso, adottate dal tecnico marchigiano specie nella prima fase della stagione. «Non mi è mai successo di cambiare così tanti allenatori nella stessa stagione (quattro, ndr) – confessa il difensore – il gioco che pratichiamo con il mister trasmette tranquillità e dunque mi viene facile provare anche a salire quando ho campo davanti a me. Il nostro bilancio è in crescendo, ma siamo ancora nel pieno del percorso che dobbiamo portare a compimento. La squadra adesso è più tranquilla, c’è ottimismo tra di noi e questo non può che darci coraggio per affrontare una partita difficile». Salines ci crede e lancia, quindi, la grande sfida al Benevento. (Walter Carbone)

Fonte – Corrieredellosport.it

Subscribe
Notifica di

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments