Il Foggia pianifica lo slancio playoff

Reading Time: 2 minutes

Cudini carica: «È una partita da prendere con le pinze ma non vogliamo porci limiti. Sfida da prendere con le molle ma puntiamo a proseguire bene il percorso. Niente distrazioni. Bravo Millico anche se da lui mi aspetto molti più gol».

È la prova del nove, il primo scontro diretto in chiave playoff. Il Foggia (38) contro il Sorrento (40) per superarlo in decima posizione, rimettersi in corsa sulla classifica “vera”, quella per la quale aveva in fondo pianificato la stagione poi andata a sbattere negli ultimi due mesi a contatto con la bassa classifica. Questa sera (20.45) al Viviani di Potenza la formazione di Cudini ha la possibilità di dare ancora un senso alla sua ripartenza. «Puntiamo ai tre punti, ma non sarà facile – ammonisce il tecnico rossonero – su un campo veloce in sintetico e a tre giorni dall’ultima partita».

PARTITA ENIGMATICA. Una sfida tra le più enigmatiche quella che attende il Foggia tornato al successo nell’infrasettimanale (12 punti nelle ultime cinque gare), il Sorrento di Vincenzo Maiuri (allenatore per otto giorni alla guida del Foggia nel precampionato 2020/21) gioca bene a calcio, adotta pressing e disciplina in mezzo al campo anche se nell’ultimo periodo viaggia al ritmo di un punto a partita. Per Cudini è sfida da prendere con le molle: «Affrontiamo una squadra che ha dimostrato tutto il suo valore, che gioca a memoria e sta disputando una buona stagione. Noi dobbiamo continuare a credere in ciò che stiamo facendo, i ragazzi hanno coraggio e voglia di insistere. Possiamo ancora migliorare, ci stiamo ancora conoscendo e il campionato non concede tregua». Per il tecnico marchigiano, nonostante le assenze pesanti di mezza difesa, c’è l’imbarazzo nella scelta nell’undici titolare. Fuori i lungodegenti Carillo e Marzupio, non convocato Rizzo («si aggregherà con noi la prossima settimana», preannuncia Cudini). Davanti a Perina ci sarà ancora Di Noia al centro della difesa (ballottaggio con Riccardi forse a gara in corso), sugli esterni del pacchetto arretrato Salines e Ercolani superconfermati. A centrocampo varie soluzioni a disposizioni del tecnico, ma si profila la conferma del quartetto visto all’opera contro il Picerno: Odjer e Tascone interni, Vezzoni e Silvestro sulle corsie. Conferme anche sulla prima linea: Santaniello punta centrale, Millico e Rolando gli altri componenti di un tridente che affi- da a quest’ultimo compiti in fase di ricucitura.

PIÙ GOL. Cudini chiede più gol in partita e una tattica più spregiudicata da parte degli attaccanti: «Dobbiamo essere più cinici, stiamo provando a migliorare le nostre prestazioni con l’esperienza che non manca ai nostro giocatori». Il tecnico chiama in causa Millico, prova forse anche così a dargli la carica: «Ha un potenziale inespresso e margini di miglioramento. Sta dando una grande mano: se segnasse un po’ di più potrebbe fare il salto di qualità» (Walter Carbone)

Fonte -Corrieredellosport.it

Subscribe
Notifica di

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments