Latina – Foggia: Le Pagelle

Reading Time: 2 minutes

Rolando è l’unica luce. Manneh entra e delude

FOGGIA

Cudini (all.) 5,5 Il suo Foggia nel primo tempo tiene palla e spinge esclusivamente sulla sinistra, ma non passa. Nella ripresa il diverso assetto del centrocampo pontino impedisce grossi acuti, finendo per rimediare un pesante passivo.

Perina 5 In avvio si supera su un’incornata ravvicinata di Paganini ma subito dopo la sua esitazione sul gol di Marino si rivela decisiva. Il fallo da rigore c’era, anche se la posizione di Mazzocco non convince.

Salines 6 Impone la sua stazza nei frequenti corpo a corpo in mediana, perdendo lucidità alla distanza. Paganini gli scappa più di una volta.

Riccardi 6 Nelle mischie in area lascia sempre il segno, soprattutto nei continui duelli con l’ariete Mastroianni.

Rizzo 5,5 Più di qualche responsabilità nelle situazioni rivelatesi decisive. Limita le iniziative di Del Sole ma può ben poco quando da quella parte si sovrappone anche Ercolano.

Silvestro 6 Presidia la fascia senza particolari acuti, risentendo della pressione dei suoi dirimpettai.

Antonacci (39’ st) sv

Tascone 5,5 Contribuisce al frequente possesso palla dei rossoneri ma risente del dinamismo di Di Livio e Riccardi, difettando in precisione su diversi appoggi.

Di Noia (23’ st) 6 Trasmette sostanza e geometrie alla mediana.

Odjer 5,5 A volte dà l’impressione di badare a svolgere il compitino senza riuscire a fare di più.

Vezzoni 5,5 Dopo aver offerto buoni spunti iniziali sul versante di sinistra lascia a desiderare per intensità e convinzione. L’impressione è che alla lunga accusi la stanchezza.

Rolando 6,5 L’unico foggiano in grado di impensierire le retrovie pontine con i suoi continui movimenti sul fronte offensivo, ma nemmeno lui riesce a fare la differenza nei momenti clou della contesa.

Embalo (39’ st) sv

Gagliano 5 Con le sue sponde prova a fare da apripista per gli inserimenti dei compagni di reparto.

Tonin (23’ st) 5,5 Ci si aspetterebbe da lui un pizzico di verve e invece Marino e soci lo tengono a bada non concedendogli spiragli.

Millico 6 Offre un paio di spunti dei suoi, impressionando per la sua velocità e lasciando sul posto Cortinovis ed Ercolano. Oltre a quei fugaci bagliori, però, si è visto ben poco.

Manneh (34’ st) 5 Cudini si affida a lui per ravvivare il fronte offensivo. Una fiducia mal riposta, visto il timido approccio al match in pochi minuti  (Domenico Ippoliti Corrieredellosport.it)

Foggia

Perina 6,5
Salines 7
Riccardi 5,5
Rizzo 5,5
Silvestro 6,5
Antonaci sv
Tascone 6
Di Noia 6
Odjer 7
Vezzoni 6,5
Rolando 6,5
Embalo sv
Gagliano 5,5
Tonin 6
Millico 6
Manneh sv
Cudini 5,5 (gazzetta.it)

Subscribe
Notifica di

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments