Lega Pro, finale playoff: Pisa-Foggia, una poltrona per due

deze gattu

L’Arena Garibaldi ospita il primo atto, domenica alle 18, della sfida che assegna l’ultimo posto disponibile per la serie B: protagonisti i nerazzurri toscani di Gattuso e i rossoneri pugliesi di De Zerbi, espressione di due club dal passato glorioso e supportati da tifoserie importanti e ambiziose.

E’giunto il momento della verità per la Lega Pro, quello in cui si emetterà l’ultimo atteso verdetto della stagione. Ovvero l’assegnazione dell’ultimo posto disponibile per la serie B dopo le promozioni dirette ottenute da Cittadella, Spal e Benevento, rispettivamente vincitrici dei tre gironi in cui si articola il campionato. A contenderselo sono dunque Foggia e Pisa, protagoniste dell’atto finale dei play-off dopo che sette giorni fa si sono conclusi i play-out stabilendo le altre sei retrocesse in serie D, cioè Cuneo, Albinoleffe, L’Aquila, Lupa Roma, Melfi e Ischia. Domenica 5 giugno (ore 18) la gara di andata, mentre domenica 12 è in programma il ritorno (ore 16.30). Il regolamento prevede che in caso di parità al termine dei 180′ saranno necessari i tempi supplementari e quindi i calci di rigore.

PRIMO ATTO ALL’ARENA GARIBALDI DI PISA – Entrambe le contendenti hanno chiuso la stagione al secondo posto nei rispettivi gironi, il Pisa a 62 punti in quello B mentre il Foggia a quota 65 nel C, pertanto sarà la formazione guidata da Gennaro Gattuso a giocare per prima davanti al proprio pubblico. Si troveranno di fronte due squadre che sono arrivate a giocarsi questo ambito e importante traguardo con pieno merito, due piazze molto importanti, con passato glorioso, due tifoserie meritevoli di categorie superiori e spesso determinanti nel corso del campionato. Peccato che alla fine a festeggiare sarà una sola delle due.
I nerazzurri ai quarti di finale, in gara secca, hanno eliminato in casa la Maceratese risolvendo la pratica con un secco 3-1. E sempre all'”Arena Garibaldi” il Pisa ha risolto a proprio favore la semifinale con un secco 3-0 al Pordenone, che partiva con una migliore classifica, dovendo quindi soltanto controllare la situazione nella gara di ritorno in Friuli che si è conclusa sullo 0-0.

IL FOGGIA HA STOPPATO IN SEMIFINALE IL LECCE – Altrettanto limpido il cammino dell’undici di De Zerbi, vittorioso ai quarti per 2-0 sull’Alessandria
di Gregucci, formazione capace di arrivare alla semifinale di Coppa Italia dei grandi. Quindi a capitolare contro i satanelli pugliesi sono stati i cugini del Lecce, all’ennesima delusione visto che in quattro anni hanno perso ben due finali e una semifinale play-off. Il Foggia ha avuto la meglio sia al “Via del Mare”, imponendosi per 3-2, che allo “Zaccheria” dove ha vinto 2-1. Difficile, se non addirittura impossibile, fare previsioni: insomma, vinca il migliore.

Fonte . Repubblica.it

Commenti

commenti

Lascia un commento

Commenta per primo

  Subscribe  
Notifica di