Serie B: Cosenza-Palermo 1-1, Ascoli-Benevento 2-2. Vincono Perugia e Crotone

Reading Time: 3 minutes

Nella trentesima giornata del campionato cadetto, i rosanero non riescono nel sorpasso momentaneo al Brescia (in campo alle 18 contro il Foggia). La squadra di Bucchi si salva recuperando dal 2-0

Dopo la pausa per le nazionali, torna in campo la Serie B che si era aperta con l’anticipo della 30esima giornata tra Cremonese e Verona. Il Palermo pareggia a Cosenza, aggancia il Brescia al primo posto ma non riesce nel sorpasso momentaneo. Periodo nerissimo per Benevento che perde anche ad Ascoli e incassa il quarto k.o. consecutivo. Vittorie importanti per il Perugia, in zona playoff, e per il Crotone che si rialza dalle zone bollenti della classifica. Alle 18 Brescia-Foggia.

COSENZA-PALERMO 1-1 — I padroni si rendono subito pericolosi al 5’ con Maniero che colpisce la traversa con una bella torsione di testa. È però il Palermo a portarsi in vantaggio al 19’ con Nestorovski che approfitta di un assist di Puscas piazzando la palla all’angolino con un colpo da biliardo che bacia il palla. La risposta del Cosenza non si fa attendere e al 36’ arriva il pareggio: Maniero imbuca per Sciaudone che calcia e trova una fortunosa deviazione che inganna il portiere rosanero. Nella ripresa, i rossoblù si rendono più pericolosi ma non riescono a superare la resistenza rosanero che al 92’ restano in 10 per l’espulsione di Nestorovski.

ASCOLI-BENEVENTO 2-2 — Al Cino e Lillo Del Duca, i padroni di casa si riprendono parzialmente dopo il 7-0 pareggiando con il Benevento, che veniva da tre k.o. consecutivi. È Ardemagni a sbloccare la partita al 19’ con un colpo di testa del bomber Ardemagni su assist da fermo di Ciciretti. E al 38’ è proprio l’ex Benevento a raddoppiare con una punizione favolosa che Montipò può solo toccare. Nella ripresa, accorciano le distanze gli ospiti con uno stacco imperioso di Massimo Coda. In dieci uomini, per l’espulsione di Caldirola, i giallorossi conquistano un rigore al 90’. Dal dischetto Viola che non sbaglia e fissa il risultato sul 2-2.

CITTADELLA-PADOVA 1-1 — Termina con un pareggio il derby veneto al Tombolato. Al 12’ Longhi stende in area Finotto, l’arbitro fischia il calcio di rigore che Iori si fa parare da Minelli. Errore fatale visto che poi a sbloccare il derby è il Padova, al rientro dall’intervallo, con un missile di Capello dal limite dell’area. La squadra di Bisoli resta in 10 per l’espulsione per doppio giallo di Cappelletti e al 74’ subisce il pareggio: cross dalla sinistra di Benedetti, Moncini si lancia sul pallone e di testa segna l’1-1. In inferiorità numerica, il Padova sbaglia un’occasione colossale con Bonazzoli che non riesce a sfruttare un improvviso contropiede. Pareggio che serve poco agli ospiti che restano impantanati in zona retrocessione.

CARPI-CROTONE 1-2 — Il Crotone conquista il quinto risultato utile consecutivo uscendo indenne anche dal Cabassi. La partita si apre con un calcio di rigore per fallo di mano di Buongiorno su cross di Sampirisi. Dagli undici metri va Simy che non sbaglia. Attaccante nigeriano che segna anc he il 2-0 al 64’, saltando il portiere e insaccando a porta vuota; 11 gol stagionale e sesto nelle ultime cinque. Il Carpi non ci sta e al 68’ riapre la partita con Poli, bravo ad approfittare di una carambola in area piccola. Il Crotone resiste e conquista un successo importantissimo.

PERUGIA-LIVORNO 3-1 — Vince ancora il Perugia che al Curi affossa il Livorno con un netto 3-1. La sblocca Verre al 37’ che finalizza una ripartenza velocissima. In avvio di ripresa è poi Carraro a raddoppiare con un colpo di testa su azione d’angolo. Firma il tris ancora Verre, su calcio di rigore. Dagli undici metri è poi il giovane Gori, al suo primo gol in Serie B, a firmare il 3-1.

SALERNITANA-VENEZIA 1-1 — All’Arechi ci mette 10 minuti il Venezia a sbloccare la partita con il gol dell’ex Bocalon che approfitta di un cross col contagiri di Lombardi e insacca di testa. All’80’ si accende Rosina e la Salernitana trova il pareggio. Il fantasista riceve palla sulla destra, rientra lascia partire uno splendido mancino a giro che si stampa sul palo; sulla respinta è prontissimo Djuricic che segna il suo primo gol stagionale.

Fonte – Gazzetta.it

Lascia un commento
Subscribe
Notifica di

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments