Il borsino dei play-off aggiornato al 19-04-2016

Tempo di lettura: 3 minuti

In Lega Pro restano da giocare solo 270’ ed i nove punti ancora a disposizione serviranno più che altro a definire la griglia dei play-off. Ieri sera, infatti, il Cittadella ha matematicamente conquistato la promozione in serie B, mentre le prime della classe degli altri due gironi viaggiano con un vantaggio confortante.
Per chiarire la situazione anche oggi ritorna la rubrica “Il borsino dei play-off” grazie alla quale il nostro portale TuttoLegaPro.com vi aggiorna sulla corsa al campionato cadetto.
Ogni settimana, fino al termine della regular season, prenderemo in esame le prime cinque posizioni di ogni girone e simuleremo i verdetti di questo avvincente torneo.

Il comunicato della Lega Pro n. 159/DIV dell’8 aprile scorso (clicca qui per consultarlo) definisce nel dettaglio i criteri promozione, che sono gli stessi della scorsa stagione, ed è il regolamento a cui fare riferimento per ogni particolare.
Sulla scorta di tale regolamento, se il campionato finisse oggi, oltre al CITTADELLA anche Spal e Benevento sarebbero promosse in serie B, mentre gli accoppiamenti per i play-off sarebbero i seguenti:

Foggia vs Casertana
Pisa vs Pordenone
Bassano Virtus vs Alessandria
Maceratese vs Lecce

Queste le classifiche aggiornate in base alle quali abbiamo messo in pratica i contenuti del regolamento. Come detto l’analisi è riferita alle prime cinque in classifica di ciascun girone.

> GIRONE A
1.    CITTADELLA 69 (reti fatte 49, subite 29) promosso in serie B
2.    Bassano Virtus 58 (reti fatte 41, subite 27)
3.    Alessandria 56 (reti fatte 46, subite 25)
4.    Pordenone 56 (reti fatte 46, subite 28)
5.    Padova 51 (reti fatte 41, subite 26)

> GIRONE B
1.    Spal 67 (reti fatte 55, subite 22)
2.    Pisa 58 (reti fatte 41, subite 25)
3.    Maceratese 57 (reti fatte 46, subite 27)
4.    Ancona 50 (reti fatte 33, subite 24)
5.    Carrarese 45 (reti fatte 40, subite 30)

> GIRONE C
1.    Benevento 63 (reti fatte 46, subite 20)
2.    Foggia 59 (reti fatte 54, subite 29)
3.    Lecce 57 (reti fatte 42, subite 24)
4.    Casertana 56 (reti fatte 46, subite 32)
5.    Cosenza 53 (reti fatte 34, subite 24)

Riassumiamo ricordando che le promozioni in serie B saranno quattro. Le classifiche finali di ogni girone terranno conto dei punti ottenuti e, in caso di parità tra due o più squadre, della “classifica avulsa” che prenderà in considerazione anche gli scontri diretti. Ovviamente le squadre classificate al primo posto di ciascuno dei tre gironi saranno promosse. La quarta squadra, invece, scaturirà dalla disputa dei play-off ai quali prenderanno parte otto formazioni, cioè quelle che si sono classificate al secondo e terzo posto di ogni girone e le migliori due quarte. Per la scelta delle due migliori quarte si procederà alla compilazione di una ulteriore “classifica avulsa” che terrà conto, in primo luogo, dei punti conquistati in campionato. Con gli stessi criteri sarà determinata anche la graduatoria tra terze e seconde classificate per la composizione della griglia play-off i cui accoppiamenti vedranno:
A)    la migliore seconda classificata, in casa ed in gara unica, contro la seconda quarta classificata;
B)    la seconda delle seconde classificate, in casa ed in gara unica, contro la migliore quarta classificata;
C)    la terza delle seconde classificate, in casa ed in gara unica, la peggior terza classificata;
D)    la migliore delle terze classificate, in casa ed in gara unica, contro la seconda delle terze classificate.
(in caso di parità di punteggio al termine dei minuti regolamentari, verranno disputati due tempi supplementari di quindici minuti ciascuno ed a seguire, in caso di ulteriore parità, i calci di rigore)
Le squadre vincenti delle gare A-D e B-C si affronteranno in un doppio confronto, con gara di andata in casa della peggior classificata (a conclusione delle due gare in caso di parità di punteggio, dopo la gara di ritorno, per determinare la squadra vincente si tiene conto della differenza reti; verificandosi ulteriore parità verranno disputati due tempi supplementari di quindici minuti ciascuno ed a seguire, in caso di ulteriore parità, i calci di rigore)
Le due vincenti disputeranno la finale sempre in doppio confronto, con gara di andata in casa della peggior classificata (a conclusione delle due gare in caso di parità di punteggio, dopo la gara di ritorno, per determinare la squadra vincente si tiene conto della differenza reti; verificandosi ulteriore parità verranno disputati due tempi supplementari di quindici minuti ciascuno ed a seguire, in caso di ulteriore parità, i calci di rigore)]

Fonte – Tuttolegapro.com

 

Lascia un commento

Lascia un commento

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notifica di