Pro Vercelli – Foggia: Le pagelle

Reading Time: 2 minutes

Non è tutto oro quel che luccica. Il Foggia avrà pur conquistato con merito i 3 punti ma di certo non c’è da dormirci sopra. La superiorità numerica ha agevolato la vittoria, ma fossimo in Stroppa cercheremmo di trovare una soluzione al non filtro del nostro centrocampo. La Serie B non è la Lega Pro:

Guarna 5 – Il voto dato al nostro portiere è conseguenza del suo poco supporto in fase di uscita. Il Foggia soffre terribilmente sui calci piazzati verso l’area di rigore. Potrebbe metterci del suo ed evitare qualche problema di troppo.

Loiacono 6 – Dalla sua fascia partono le azioni offensive che hanno dato la svolta alla gara. Bene in entrambe le fasi. Compitino.

Celli 6.5 – Buona la prova del ragazzo. Non ha ancora i 90 minuti nelle gambe ma ha già capito come muoversi. Uno degli acquisti più anonimi di Di Bari si è rivelato uno dei migliori in campo per quanto riguarda la concretezza.

Camporese 6.5 – Avesse al suo fianco un difensore centrale del suo calibro sarebbe tutto più facile. Deve metterci piede, testa, anima e cuore per sbrogliare le situazioni che l’inconsistente filtro a centrocampo gli pone contro.

Coletti 6.5 – Commette qualche sbavatura, ma è un giocatore di sostanza che ricopre il ruolo di centrale. Continua a fare “l’adattato”. Ci piacerebbe vederlo a centrocampo a fare il mastino, visto che nessuno si è preoccupato di prenderne uno…

Gerbo 6,5 – Fa il suo ed è presente in ognidove. L’aria di casa gli fa bene. Bravo Alberto, ma cerca di non prendere cartellini inutili.

Vacca 8 – Semplicemente immenso. Il migliore in campo oggi. Si carica sulle spalle la squadra, insieme a Mazzeo, e la porta alla vittoria. Ti vogliamo così.

Deli 7 – Ha acquistato condizione atletica. Ha sbagliato poco o nulla. Gli manca tanto così per diventare “un fondamentale”. Ci riuscirà.

Chiricò 7.5 – Il 70-80% di questa vittoria è merito suo. In diverse occasioni ha fatto impazzire la retroguardia avversaria. Eppure lo consigliavamo tutti noi a partita in corso. Bravo Cosimo.

Mazzeo 8 – La partita l’hanno portata a casa lui, Chiricò e Vacca. Inutile girarci intorno. Prova a dare spazio in mezzo a Beretta, che poi viene stranamente sostituito da Stroppa che poteva togliere uno degli ammoniti.

Beretta 6 – Il ragazzo ha grinta e tiro. E’ uno alla “sfunn”. E’ chiuso da Mazzeo che ormai è il “core” di questa squadra come punta centrale. Va tenuto in campo ed alternato con Fabio in alcuni momenti della gara.

Fedato 7 – Buona la prova del giocatore. Entra e segna, cosa si pretende di più? Prova a restituire il favore a Mazzeo ma senza riuscirci.

Agazzi 6.5 – Cambiano gli equilibri della gara quando c’è lui

Lodesani 6.5 – Pochi minuti per mettersi in mostra e ci riesce. Non ha nessuna forma di riverenza contro i più quotati avversari, abituati alla serie B

Stroppa 5 – Mister, ma ti sei accorto che l’arbitro stava cercando in tutti i modi di cacciare qualcuno? Perchè non hai sostituito uno degli ammoniti ed hai fatto uscire Beretta che non aveva demeritato fino a quel punto della gara? Ma del fatto che il centrocampo non fa nessun tipo di filtro e che i giocatori avversari arrivano con troppa facilità nella nostra area non te ne accorgi? Ma a cosa servono 100 passaggi per arrivare a tirare in porta? Hai visto come giocano gli altri in serie B?

 

Redazione Foggialandia.it

 

Lascia un commento
Subscribe
Notifica di

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

3 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
paul84fg
paul84fg
2 Anni fa

Stroppa dimettiti. Abbiamo vinto per demerito della pro vercelli. Ci risentiremo sabato intorno alle ore 17….. tutti

Micky
Micky
2 Anni fa

Critica nella critica: redazione ma come fate a dire che Beretta meritava? Quel goal andava fatto, bastava colpire il pallone da sotto e fare un leggerissimo pallonetto….
Siamo andati meglio con Fedato

Ludovico
Ludovico
2 Anni fa

Quando vinci 4-1 in esterna, con tutte le attenuanti del caso, non puoi esimerti da un SETTE “politico” per tutta la squadra.
Sugli scudi, Chiricò, Vacca e Mazzeo.
In sintonia totale con le fervide menti della Dott.sa Scelsi e del Dott. Candeloro e con le acutissime osservazioni del Dott. De Rosa non si possono fare valutazioni contraddittorie sui singoli in costanza di tale, largo, successo esterno.