Sticchi Damiani: “La sconfitta brucia, ma vogliamo la B”

padalino poggibonsi
Tempo di lettura: 1 minuto

Il Presidente del Lecce, durante la conferenza stampa odierna, spazza via le voci di un possibile esonero di Pasquale Padalino:

Il presidente onorario Saverio Sticchi Damiani ha risposto alle critiche piovute sul Lecce dopo la sconfitta di Caserta, in una conferenza stampa tenuta questa mattina al Via del Mare con l’amministratore delegato Alessandro Adamo.

Queste le considerazioni  di Saverio Sticchi Damiani . “La sconfitta di Caserta brucia e dà fastidio. E’ stato un passo falso inaspettatato, ognuno può die la sua ma sta di fatto che a Caserta non dovevamo perdere e invece abbiamo perso. I malumori che ne sono seguiti nell’ambiente, però mi sembrano esagerati”.

“Leggo o sento dire che questa società non vuole andare in B. E’ una considerazione che mi fa sorridere, se penso a tutti gli sforzi che questa società ha fatto, anche nel mercato di gennaio. E poi il campionato cadetto garantirebbe maggiori introiti, per diritti televisivi, sponsorizzazioni e quant’altro. Dunque non ne vedo proprio i motivi, tanto che nello scorso ottobre stabilito un premio promozione piuttosto consistente”.

“Sotto l’aspetto tecnico massima fiducia a Padalino. Sinora abbiamo ottenuto risultati inaspettati, anche perchè il tecnico sta lavorando in maniera seria, curando al massimo ogni dettaglio. E anche i calciatori si stanno comportando in maniera irreprensibile, in campo e fuori. Faremo l’impossibile, insomma, per centrare la promozione già in questo campionato”.

L’amministratore delegato Alessandro Adamo si è invece soffemato su alcuni numeri. “Abbiamo risolto una situazione debitoria per oltre 2 milioni di euro in gran parte ereditata – afferma Adamo -. E sosteniamo spese notevoli, come quelle per lo stadio che ci costa oltre 300mila euro all’anno. Ma abbiamo fatto passi da gigante sul piano gestionale e del funzionamento aziendale. Il progetto sportivo è biennale, ma quello societario non è in scadenza”.

Fonte – Ilpaesenuovo.it

Facebook Comments

Lascia un commento

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notifica di