Foggia, Stroppa: “Domani conterà il risultato, sarà determinante”

Tempo di lettura: 2 minuti

E’ intervenuto in conferenza stampa Giovanni Stroppa, tecnico del Foggia, alla vigilia del match in programma domani sera allo “Zaccheria” contro il Cesena. Queste le sue parole, partendo dall’analisi della sconfitta a Perugia:

“Dispiace per come è andata a Perugia e per come poteva andare. Mi tengo però la prestazione importante che è stata fatta sul campo perché la squadra ha dimostrato cosa può fare. La squadra ha metabolizzato il doppio episodio ed arriva bene alla gara di domani sera. Dà molto fastidio quello che è accaduto a Perugia anche perché ci sono quattro arbitri e mi sembra strano che nessuno abbia visto il fallo di mano di Pajac perché era troppo evidente. La squadra ha reagito bene e scenderemo in campo come sempre perché è una partita importante”.

AVVERSARIO – “Domani è una partita importante e vale doppio perché se la vincessimo potremmo aprire un percorso diverso, al contrario dovremmo continuare a lavorare guardando anche dietro. Dobbiamo avere la determinazione e la cattiveria ma anche la paura che ci permette di avere più attenzione. Il risultato è determinante in questo momento. Quello che succede dietro di noi in classifica non ci deve spaventare ma dobbiamo tenere alta l’attenzione e la concentrazione. È la classifica della serie B, siamo un po’ nel mezzo. A me interessa lo scontro di domani che potrebbe permetterci di lasciare il Cesena dietro. Le assenze nel Cesena non fanno cambiare la propria identità, è una squadra che ha caratteristiche importanti, con giocatori importanti, sono bravi nelle ripartenze. Sarà una partita difficile ma attraverso il palleggio senza frenesia potremo portare il risultato dalla nostra parte. Dobbiamo avere la forza, la volontà e la determinazione di portare il risultato, ma avere anche la pazienza, che non vuol dire essere lenti e prevedibili, di cercare sempre un’occasione per fare gol.”.

GRUPPO – “La difficoltà per un allenatore credo che stia nel motivare chi non gioca. Quando si fa scendere in campo con continuità sempre gli stessi giocatori, i restanti che rimangono fuori devono essere motivati meglio. La differenza in questo gruppo l’ha sempre fatta chi non giocava, il livello si alza quando c’è competitività e questa rosa assomiglia a quella dello scorso anno. È un gruppo straordinario e credo che ci sarà possibilità per tutti. Ho una grande stima per ognuno di loro”.

CHIRICO’ – “Quando incontrerò Chiricò lo abbraccerò e come ho sempre detto i ragazzi che sono andati via sono da ringraziare e questo vale anche per Chiricò”.

PUBBLICO – “Mi aspetto il solito Zaccheria. La gente ci è vicina, sono soddisfatto e mi aspetto molta gente. A volte si guarda agli stadi vuoti, noi abbiamo la fortuna di averlo sempre pieno”.

CRESCITA – “Dobbiamo crescere nel curare i dettagli perché contro il Perugia per un dettaglio abbiamo perso. Questa squadra nell’arco della partita ha avuto supremazia tecnica. La differenza la fa la cattiveria e l’attenzione non soltanto nel prendere gol ma anche nel farlo. I numeri sono dalla nostra parte. Una squadra che crea così tanto prima o poi i gol li fa. Me una partita come quella di Perugia senza rischiare niente non te la spieghi ma salvi la prestazione. Dobbiamo vincere domani sera è questa la cosa più importante ma non bisogna assolutamente perdere”.

Fonte – Foggia.iamcalcio.it

Lascia un commento

Lascia un commento

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notifica di